Florence Explorer > Visite Guidate Monumenti Firenze
Pubblicitá
 
Florence Explorer - Guida Online di Firenze
Banner
 
 
Attrazioni
» Visite Guidate
Cose da Fare
» Calendario Eventi
» Matrimoni
Shopping
» Shopping in Toscana
» Libri su Firenze
Gli Hotel di Firenze
» Hotel
» B&Bs
» Appartamenti da Vacanza
Mangiare Fuori
» Ristoranti Gourmet
» Ristoranti Economici
» Pizza
Trasporti
» Trasporti Essenziali
» Servizio Taxi Firenze
» Come Muoversi
» Noleggio Auto Firenze
Educazione
» Scuole Internazionali
» Universitá
Sports
» Calcio
» Altri Sport
Info Firenze
» Previsioni del Tempo
» Aeroporti
» Comune di Firenze
» Ambasciate
» Studiare e Lavorare a Firenze
» Oggetti Smarriti
Link Utili
» Convertitore
» Hotel di Roma
» Hotel di Firenze
» Hotel di Milano
» Hotel di Venezia
» Hotel della Sicilia
» Hotel di Amalfi
» Hotel di Sorrento
» Hotel della Sardegna
» Altri Hotel in Italia
Visite Guidate Firenze

Sono tante le attrazioni turistiche, monumentali e culturali da visitare a Firenze. Probabilmente anche troppe, non basterebbe una vita per visitarle tutte. Per aiutare i nostri amici, Florencexplorer ha deciso di dedicare questa pagina del suo sito ad alcuni dei monumenti di Firenze che riteniamo più importanti, incluse i piccoli tesori nascosti!

Cattedrale di Santa Maria del Fiore (Duomo di Firenze) - Piazza del Duomo. Aperto dalle 10am alle 5pm, Lun-Ven, Giovedi chiiudo alle 3.30pm, Domenica 10am - 4.45pm. Ingresso grautuito, ingresso alla cupola €6.00.

FirenzeLa Cattedrale di Santa Maria del Fiore è uno dei simboli incontrastati di Firenze. La sua costruzione inizió sotto la direzione del pisano Arnolfo di Cambio nel 1296. Ci vollero ben 170 anni per terminarla e l'ingegno dei migliori architetti dell'epoca, come Giotto. Fu Francesco Talenti a scegliere le dimensioni immense della cattedrale.

Ció creó successivamente dei grossi problemi agli altri architetti che dovevano adattare la cupola al corpo della chiesa. Molte furono le soluzioni prospettate, si pensó addirittura di utilizzare la pietra pomice al posto del marmo.

FirenzeAlla fine prevalse il genio di Filippo Brunelleschi. Il suo progetto prevedeva la costruzione di due gusci posti uno sopra l'altro e a una serie di cerchi concentrici decrescenti, che permettevano alla struttura di sostenersi da sola.

Brunelleschi fu coadiuvato dal Ghiberti, uno dei suoi grandi rivali dell'epoca. La leggenda racconta che per sbarazzarsi del suo rivale Brunelleschi si finse malato e che Ghiberti, incapace di portare a termini la costruzione della cupola (per il Brunelleschi non ne aveva le conoscenze architettoniche), decise di ritirarsi e di dedicarsi alla costruzione della porta del Battistero. La Cattedrale di Santa Maria del Fiore fu consacrata nel 1436, anche se per la conclusione definitiva dei lavori si dovette aspettare fino a 1460. Oggi è la quinta chiesa più grande del mondo. Per una vista panoramica sul Duomo e ammirare la cupola del Brunelleschi in tutta la sua immensa bellezza, vi consigliamo di salire sulla cima del Campanile di Giotto.

FirenzeGli interni della chiesa sono piuttosto sobri, soprattutto se avete appena ammirato quelli del Battistero. Tuttavia, presentano l'immensa parete affrescata del Vasari e dello Zuccari eseguita tra il 1572 e il 79.

The Uffizi - Piazza della Signoria/Piazza degli Uffizi. Aperto dalle 8.15am alle 6.50pm Mar – Dom. €6.50. Ingresso gratuito per gli over 65 e i i monori di 18.

FirenzeSenza ombra di dubbio, la Galleria degli Uffizi vanta una delle collezioni d'arte più importanti del mondo. La sua storia inizia nel 1560 con il Vasari, quando all'architetto e pittore di Arezzo sono affidati da Cosimo dei Medici i lavori per la costruzione della nuova sede delle tredici magistrature fiorentine.

Il famoso corridoio vasariano per collegare Palazzo Vecchio con Palazzo Pitti, dopo essere passato su Ponte Vecchio, fu costruito nel 1565 in soli sei mesi in occasione del matrimonio di Francesco Medici e Giovanna d'Austria.

Dal 1574 i lavori passarono sotto la direzione del Buontalenti e Parigi il vecchio per volere di Francesco I dei Medici. Quest'ultimo decise di chiudere la loggia dell'ultimo piano per ospitare la sua vasta collezione personale di dipinti, statue, bronzetti, miniature, strumenti scientifici e ritratti di famiglia, segnando così la nascita della prima versione della Galleria degli Uffizi. Con l'andare del tempo, la pinacoteca si è ingrandita è oggi le sue sale espongono le opere dei migliori artisti rinascimentali italiani e stranieri.

Sala 2. La sala contiene le "Tre Madonne" del 13° e 14° secolo. La Madonna Rucellai di Duccio il Senese, la Maestà di Santa Trinitá di Cimabue e la Madonna di Ogni Santi del Giotto. Le opere segnano il passaggio dall'arte bizantina a uno stile più naturalistico, che aprì la strada ai maestri del 15° secolo, come il Masaccio, Botticelli, Raffaello e Michelangelo.

Sala 3. L'opera di maggior rilievo di questa sala é l'Annunciazione di Simone Marini dipinta nel 1333. Contiene tutti gli elementi principali dello stile senese, caratterizzato dalla luce e la delicatezza delle figure.

Sala 7. La sala é dominata dal dipinto della Battaglia di San Romano di Paolo Uccello. Con i suoi scorci e le sue prospettive, l'artista riesce a creare uno stile astratto inusuale per l'epoca.

Sala 8. La sala espone il famoso Duca e Duchessa di Urbino di Piero della Francesca e la stupenda Madonna con Bambino e Angeli di Filippo Lippi. Noto anche per essersi innamorato della sua modella, con la quale ebbe un figlio.

FirenzeSale 10-14. Qui sono esposti i capolavori della Primavera e della Nascita di Venere del Botticelli. Le due opere simboleggiano lo spirito dell'arte rinascimentale. Le sale espongono anche altri lavori del Botticelli e alcune opere di Domenico Ghirlandaio.

Sala 15. Conosciuta come la sala di Leonardo da Vinci, i suoi ambienti presentano le opere giovanili del maestro.

Sala 21. In questa sala si possono ammirare le opere di alcuni dei maestri veneziani, come l'Allegoria di Giovanni Bellini e tre dipinti del Giorgione, in cui spiccano una profonditá e un realismo dei paesaggi difficili da trovare nella pittura fiorentina dell'epoca.

Sala 25. Assolutamente da non perdere la Sacra Famiglia di Michelangelo, i cui tratti compositivi anticipano gli elementi della Cappella Sistina.

Sala 26. Presenta alcuni dei primi lavori di Raffaello Sanzio chiaramente ispirati allo stile precedente e la bella Madonna delle Arpie di Andrea del Sarto. Dello stesso artista, è presente anche il San Jacopo; opera certamente più matura.

Sala 28. Tiziano é ben rappresentato con la sua sensuale Venere di Urbino, capace di attirare l'attenzione anche del visitatore più distratto.

Sala 43. Tenetevi le ultime energie per alcuni dipinti spettacolari del Caravaggio esposti in questa sala, come il suo Bacco; oltre alle opere degli altri pittori del 600 italiano ed europeo.

Piazza della Signoria

É una delle piazze monumentali di Firenze e la sede del potere civico e politico della cittá fin dal medioevo. Grazie ad alcuni ritrovamenti archeologici, si puó affermare con certezza che anticamente la zona già presentava un impianto termale d'epoca romana e una basilica paleocristiana.

FirenzeDopo alcune vicende alterne, la forma attuale della piazza inizió a prendere forma intorno al 1270, quando furono abbattute le case appartenute guelfi e costruito il Palazzo della Signoria. Per il valore politico, la piazza era utilizzata anche per le esecuzioni dei condannati a morte, come quella di Girolamo Savonarola alla fine del 1500.

L'elemento centrale della piazza è rappresentato da Palazzo Vecchio, costruito tra la fine del 1200 e l'inizio del 1300 per ospitare i rappresentanti del governo cittadino. Tradizione mantenuta sino ai giorni nostri, tant'è che ancora oggi ospita il consiglio comunale di Firenze.

L'altro elemento architettonico che contraddistingue la piazza è la Loggia della Signoria. Fu terminata nel 1381 e serviva come palco pubblico, dal quale i politici dell'epoca si rivolgevano ai cittadini di Firenze. Già nel 1500 la Loggia perdeva questa sua funzione e fu utilizzata come spazio all'aperto per ospitare le sculture potate da Roma a Firenze dai Medici.

In Piazza della Signoria si possono apprezzare anche alcune statue di valore assoluto, come il Cosimo dei Medici a Cavallo del Giambologna, la Fontana del Nettuno, la replica del David di Michelangelo, l'Ercole e Caco di Baccio Bandinelli e la copia di Giuditta e Oloferne di Donatello.

Ponte Vecchio

FirenzeUn altro dei simboli di Firenze noto in tutto il mondo. La prima versione del ponte risale all’epoca romana ed era in legno. Quello in pietra fu costruito all’inizio dell’anno mille. Fu danneggiato a più riprese e nelle metá del 1300 fu completamente ricostruito. Nel XV secolo si decise di spostare sul ponte le botteghe dei macellai. Oggi, come sappiamo, al loro posto troviamo le eleganti gioiellerie di Firenze! Per meglio ammirare la bellezza austera di Ponte Vecchio, è consigliabile spostarsi sul vicino Ponte di Santa Trinitá.

Battistero San Giovanni - Piazza San Giovanni. Aperto dalle 12am alle 7pm Lun-Sab, Dom. 8.30am-2pm. Ingresso €3.00.

FirenzeIl Battistero fu terminato intorno al 1128. Il suo esterno originale con i marmi bianchi e verdi ispirò la costruzione di altri edifici fiorentini. Fonte d'ispirazione per molti artisti europei fu anche la sua caratteristica forma geometrica.

L'interno del Battistero di San Giovanni presenta dei mosaici spettacolari sulla cupola ottagonale dell'edificio; opera del Cimabue, Jacopo da Torrita, Andrea del Riccio e Gaddo Gaddi, probabilmente eseguiti tra la fine del 300 e l'inizio del 400.

I mosaici rappresentano il Cristo durante il giudizio universale circondato da tutti i risorti e i dannati. Secondi alcuni studiosi, fu proprio questo ciclo di mosaici a ispirare Dante Alighieri per la sua Divina Commedia. Nell'interno del Battistero, è possibile ammirare anche la tomba dell'antipapa Giovanni XXIII scolpita da Donatello, mentre la scultura in legno raffigurante Maria Maddalena dello stesso artista si trova nel Museo del Duomo.

Galleria dell’Accademia - Via Ricasoli. Aperto dalle 8.15am alle 6.50pm Mar – Dom. Ingresso €6.50.

FirenzeLa Galleria dell’Accademia é nota anche dai visitatori più distratti per ospitare l’originale del David di Michelangelo. Mentre la copia è ospitata nella centrale Piazza della Signoria. .

Per Firenze, la statua ha sempre avuto un significato importante. Simboleggia la forza, la fermezza e la determinazione della cittá, ispirando anche i suoi cittadini. Nella Galleria dell'Accademia é possibile visitare anche il Museo degli Strumenti Musicali e un'ampia collezione delle opere d'arte di alcuni dei migliori artisti italiani.

Campanile di Giotto- Piazza del Duomo. Aperto dalle 8.30am alle 7.30pm. Ingresso €6.00.

FirenzeI lavori per il campanile furono iniziati da Giotto nel 1334 e, dopo la sua morte, continuarono sotto la guida di Andrea Pisano seguendo i disegni e il progetto del grande maestro e furono completati nel 1387.

Gli affreschi inferiori dell'interno del campanile dedicati alla "creazione e alla caduta dell'uomo" e alla "redenzione", furono eseguiti dal Pisano e da Luca della Robbia su disegno di Giotto. Le sculture presenti nelle nicchie, incluse quelle eseguite da Donatello, sono tutte delle copie. Gli originali sono stati trasferiti nel Museo dell'Opera del Duomo. Se volete godervi la vista panoramica su Firenze e sulla cupola della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, dovete prima salire i 414 scalini del campanile.

Santa Trinità - Via de’ Tornabuoni. Aperto dalle 8am alle 12am & dalle 4pm alle 6pm; Domenica dalle 4pm alle 6pm. Ingresso gratuito.

Costruita originariamente nell'11° secolo, Santa Trinità è una delle chiese preferite dagli stessi fiorentini. La facciata barocca fu disegnata dal Buontalenti intorno nel 1590. Gli interni austeri, invece, sono gotici e presentano alcune delle opere più importanti del rinascimento, come l'affresco di Domenico Ghirlandaio sulla Vita di San Francesco della Cappella Sassetti.

Gli affreschi del Ghirlandaio sono sempre molto interessanti perché includono anche i personaggi dell'epoca. In questo caso, tra la folla si puó riconoscere Lorenzo il Magnifico, l'umanista Poliziano, suo figlio, Sassetti (il banchiere che commissionò l'opera) e lo stesso Ghirlandaio (l'umo con la mano sul fianco). La scena è ambientata in Piazza Santa Trinità (la chiesa ancora non ha la facciata barocca) e in Piazza della Signoria. Sempre del Ghirlandaio, é L'Adorazione dei Magi della pala d'altare. Una combinazione affasciante di rinascimento, classicismo, archi e colonne, che mette in evidenza il legame tra rinascimento e cristianesimo.

Santa Maria Novella - Piazza Santa Maria Novella. Aperto dalle 9am alle 5pm Lun-Giov & SaB; Ven & Dom 1pm - 5pm). Ingresso €2.50.

FirenzeQuesta chiesa fiorentina posta sull'omonima Piazza di Santa Maria Novella fu iniziata intorno al 1270. I lavori si conclusero verso la metá del 300, anche se fu consacrata solo nel 1420. La nota facciata superiore di Leon Battista Alberghi, uno degli esempi migliori del rinascimento fiorentino, fu aggiunta in un secondo momento verso il 1470.

Per le opere presenti nell'interno gotico della chiesa, la sua visita richiede un pó di tempo. Tra queste, merita una menzione particolare la Trinità del Masaccio (1427) per l'uso futuristico della prospettiva. Un effetto assolutamente straordinario per un fiorentino del 15° secolo.

Sopra la navata della chiesa si puó ammirare l'impressionante naturalezza del crocefisso del Giotto. Un'altra delle opere dell'epoca capaci di cambiare per sempre la concezione dell'arte.

L'affresco sulla vita di San Filippo esposto nella Cappella di Filippo Strozzi é opera di Filippino Lippi ed è ispirato dalla visita a Roma dell'artista.

La Cappella Tornabuoni contiene un ciclo di affreschi di Domenico Ghirlandaio dedicato alla vita di San Giovanni Battista, in cui l'autore offre anche un vivido spaccato della vita di Firenze nel 15° secolo. Tra gli affreschi si riconoscono lo stesso Ghirlandaio e alcuni membri della famiglia Tornabuoni mentre assistono al funerale del santo.

Orsanmichele - Via dell’Arte della Lana. Aperto dalle 9am alle 12am, e delle 4pm alle 6pm.

FirenzeQuesta chiesa di Firenze del XIV secolo dalle proporzioni originali (quadrata e alta), nasce su una loggia per il mercato. Si trova tra nel centro storico di Firenze, tra la Cattedrale di Santa Maria del Fiore e Palazzo Vecchio. Al suo interno troverete un'atmosfera sospesa nel tempo, caratterizzata dalla presenza del tabernacolo di Andrea Orcagna che incornicia il dipinto della Madonna con il Bambino e gli Angeli di Bernardo Daddi del 1347. Degni di nota sono anche gli affreschi delle volte, in cui sono raffigurati alcuni personaggi del vecchio e del nuovo testamento.

L'Orsanmichele é nota anche per le sculture esterne che ne adornano le nicchie, commissionate dalle corporazioni cittadine e dedicate ai loro santi patroni. Tra queste ricordiamo il San Giovanni Battista di Lorenzo Ghiberti, il San Tommaso di Verrocchio, il San Luca di Giambologna, il San Pietro attribuito al Brunelleschi e il famoso San Giorgio di Donatello.

Casa Buonarroti - Via Ghibellina 70. Aperto dalle 9.30am alle 2pm Lun, Mer-Dom. Ingresso €6.50. www.casabuonarroti.it

In veritá, Michelangelo non ha mai vissuto in questa casa. La comprò per il nipote, Leonardo Buonarroti. In seguito fu trasformata in memoriale e poi in museo. Contiene due sculture interessanti dell'epoca giovanile di Michelangelo, la Battaglia dei Centauri e la Madonna sugli Scalini, eseguite quanto l'artista aveva 16 e 17 anni. Altra opera degna di nota, è il Crocifisso del Santo Spirito in legno.

Badia Fiorentina - Via del Proconsolo (si accede da Via Dante Alighieri). Aperto il Lunedi 3pm-6pm.

FirenzeAbbazia benedettina fondata nel 978 dalla madre del Margravio di Toscana. Fu ingrandita da Arnolfo di Cambio nel 13° secolo e poi modificata nel 17° secolo dal Segaloni. L'abbazia è famosa per l'Apparizione della Madonna a San Bernardo di Filippo Lippi. Il chiostro interno del 15° secolo è conosciuto come il Chiostro degli Aranci per la presenza dei tanti aranceti in fiore.

Casa di Dante - Via Santa Margherita. Per i prezzi e gli orari vedete sul sito ufficiale

Dante in realtá non ha mai vissuto in quella che é conosciuta come la sua dimora. Il prezzo del biglietto d'ingresso è peró molto invitante e all'interno della Casa di Dante potrete visitare un piccolo museo aperto nel 1910, dove sono esposte le illustrazioni della Divina Commedia del Botticelli.

É possibile ammirare anche varie versioni della Divina Commedia, compreso in poster alquanto bizzarro, sul quale é stato stampato tutto il testo della famosa opera del poeta fiorentino.

San Lorenzo - Piazza San Lorenzo. Aperto dalle 10am alle 5pm Lun-SaB. Ingresso €2.50.

FirenzePresumibilmente fondata da Sant'Ambrogio nel 393, San Lorenzo é probabilmente la chiesa più antica di tutta Firenze. La sua importanza deriva anche dalla presenza di alcuni dei capolavori del rinascimento fiorentino e per essere stata la parrocchia della famiglia medici. Nei suoi interni potrete ammirare alcune opere di Michelangelo, Donatello e Brunelleschi.

Brunelleschi contribuí anche a ridisegnare la chiesa nel 1419, la cui forma definitiva fu poi completata da Antonio Manetti. Gli interni presentano gli elementi architettonici tipici del Rinascimento, con le colonne corinzie a supporto degli archi.

L'interno della chiesa presenta la classica croce latina a tre navate al cui incrocio si erge la cupola della chiesa. Lo schema architettonico scelto dal Brunelleschi in questo caso riprende quello utilizzato durante il medioevo, reinterpretandolo. Tra le tante opere visibili al suo interno, ricordiamo i due pulpiti in bronzo scolpiti da Donatello, la pala dell'altare dell'Annunciazione Martelli, dedicata alla famiglia che finanziò l'opera e il Sant'Antonio abate in trono fra i Santi Lorenzo e Giuliano. Nella navata principale si possono ammirare i due pulpiti di bronzo opera del Donatello. Gli ultimi lavori di uno dei più grandi scultori di tutti i tempi. Mentre, un altro degli esempi del senso dello spazio e delle proporzioni del Brunelleschi si puó apprezzare nella Sagrestia Vecchia della chiesa. Nella sagrestia sono esposti anche alcuni lavori di Donatello, come la porta in bronzo e l'affresco della Vita di Cristo sotto la cupola. Oppure, il Matrimonio della Vergine di Rosso Fiorentino.

Da non dimenticare 1524 fu costruita la Biblioteca Medicea Laurenziana su disegno di Michelangelo, il cui vestibolo è uno dei capolavori manieristici dell'epoca.

Palazzo Pitti - Piazza Pitti, Via Romana. Aperto Mar-Dom, dalle 8.15am alle 6.50pm. Cliccate qui per il sito ufficiale.

FirenzeÉ il palazzo più grande di Firenze. Fu commissionato nel 1450 dal mercante Luca Pitti e fu realizzato dal Brunelleschi nella zona dell'Oltrarno di Firenze. Le sue dimensioni mastodontiche furono volute proprio dal Pitti per umiliare i Medici. Tuttavia, la malasorte e la crisi economica del committente originario, lo costrinsero a vendere il palazzo alla stessa famiglia Medici.

FirenzeSuccessivamente fu utilizzato anche come sede del Granducato di Toscana e fu abitato da alcune delle più importanti famiglie della storia europea di quell'epoca, come i Medici, appunto, i Lorena e i Savoia. Oggi, al suo interno presenta la Galleria Palatina, d'Arte Moderna e del Costume e i musei degli Argenti, delle Porcellane e delle Carrozze.

Chiesa di Santo Spirito - Piazza Santo Spirito. Aperto dalle 8.30am alle 12.00 & dalle 4pm alle 6pm Lun, Mar, Giov, Sab; Dom dalle 4pm alle 6pm. Ingresso gratuito.

FirenzeFu l'ultima opera architettonica del Brunelleschi. I lavori iniziarono dopo varie tribolazioni nel 1444 e dal 52 continuarono sotto la direzione di alcuni degli allievi del maestro, che peró modificarono alcuni tratti del progetto orinale. Gli spazi degli interni sono perfettamente bilanciati e fortunatamente contengono ancora gli elementi tipici dell'architettura del Brunelleschi. Tra le notevoli opere che si possono ammirare al suo interno, elenchiamo il ciborio in stile barocco dell'altare maggiore, la Madonna con Bambino e i Santi Giovannino, Martino e Caterina d'Alessandria di Filippino Lippi, il crocefisso di legno del Michelangelo e la pala di Santa Monica in trono con le suore agostiniane di Francesco Botticini.

Chiesa di San Miniato al Monte - Monte alle Croci. Ingresso gratuito.

Un piccolo gioiello nascosto posto nelle vicinanze di Piazzale Michelangelo. La sua facciata del 12° e del 13° secolo è addirittura più antica di quelle di Santa Croce e Santa Maria Novella. L'interno, con i corridoi sobri, è un esempio di eleganza unica al mondo. Gli elementi architettonici includono il pavimento intarsiato, i soffitti affrescati a raggiera, le colonne e i marmi verdi e bianchi presenti anche nelle altre opere architettoniche di Firenze. Gli affreschi che rubano l'occhio sono quelli dall'abside dell'altare, il Redentore tra la Madonna e San Miniato, del 1297, di autore anonimo; e gli affreschi sulla vita di San Benedetto di Spinello Aretino esposti tra gli ambienti della sagrestia.

Santa Croce- Piazza Santa Croce. Aperto dalle 9.30am alle 5.30pm Lun-Sab; 1pm alle 5.30pm Dom. Ingresso €4.00.

FirenzeSanta Croce was built in 1294 on the site of a smaller chapel reputedly founded by St Francis of Assisi. This, the largest of the Franciscan churches is a solemnly beautiful edifice, full to bursting with tombs and monuments of the great and the good (there are 276 tombstones on the floor alone). Among the ‘A listers’ of the past buried or commemorated here are Michelangelo, Galileo, Leonardo Bruni, Machiavelli, Alberti, Dante (monument only as Dante was actually buried in Ravenna).

La chiesa di Santa Croce fu costruita nel 1294, dove in precedenza già sorgeva una piccola cappella ipoteticamente fondata da San Francesco d'Assisi. Il suo interno è occupato dalle tombe di alcuni dei personaggi più famosi e illustri della storia fiorentina, come Michelangelo, Galileo, Leonardo Bruni, Machiavelli, Alberti e Dante Alighieri (in realtà, potrete vederne solo il monumento, perché il grande poeta fiorentino è sepolto a Ravenna).

Tra le centinaia di opere presenti nella chiesa, la più importante e senza dubbio la più impressionante, è il ciclo di affreschi di Giotto esposti nelle cappelle Bardi e Peruzzi. I primi sono dedicati alla vita di San Francesco, i secondi, invece, alla vita del Battista e dell'Evangelista. Si racconta, che proprio ammirando questi capolavori pittorici, Michelangelo e Masaccio trassero ispirazione per le loro opere. Merita una visita anche l'eccellente affresco di Taddeo Gaddi, allievo di Giotto, della cappella Baroncelli. Cosí come la cappella Pazzi (1442-1470). Un altro esempio mirabile del senso delle proporzioni architettoniche del Brunelleschi, con dei deliziosi lavori in terracotta di Luca della Robbia.

Museo Nazionale del Bargello - Via del Proconsolo. Aperto dalle 8.15am alle1.50pm Mar-Sab. Ingresso €4.00.

Palazzo Bargello fu costruito dopo il 1250 e ospita un'impressionante collezione di sculture e oggetti d'arte. Molte delle statue che vedete tra le strade e le piazza della cittá hanno il loro orinale in questo museo, incluse quelle di Michelangelo e Donatello.

Al primo piano, potete ammirare il Bacco (1497-9). Una delle opere giovanili di Michelangelo; l’enorme busto di Cosimo I del Cellini (1557), il Mercurio del Giambologna (1564) e alcune opere minori di Ammaniti.    

Il primo piano presenta anche alcuni lavori di Donatello, dei veri e propri capisaldi per la storia della scultura: il San Giorgio e i due David scolpiti in epoca giovanile, uno in marmo e l'altro in bronzo. Mentre il secondo piano presenta un'eccellente collezione di lavori del Giambologna e della famiglia Robbia.

Piazzale Michelangelo

FirenzeIl punto d'osservazione più affascinante di Firenze, con la tipica vista panoramica sui monumenti più celebrati della cittá toscana, come il Duomo, Palazzo Vecchio e Ponte Vecchio. La piazza si trova a sud del centro storico, in zona Oltrarno e fu disegnata da Giuseppe Poggi tra il 1865 e il 1870, nell'ambito dei lavori di riqualificazione della cittá, quando Firenze fu proclamata capitale del Regno d'Italia.

 

Piazza della Santissima Annunziata

FirenzeUna delle piazze più belle di Firenze, note anche per la sua vivacitá intellettuale. Intorno a Piazza della Santissima Annunziata si possono ammirare anche alcuni ottimi esempi dell'architettura fiorentina, come l'Ospedale degli Innocenti e la Chiesa della Santissima Annunziata. I primi disegni della piazza furono eseguiti dal Brunelleschi nel 1420 e furono successivamente integrati da quelli di Ammannati e Antonio Sangallo. Segnaliamo anche la curiosa fontana di Pietro Tacca, con le sue scimmie acquatiche e le barbute lumache di mare.

Rotunda del Brunelleschi - Via degli Alfani

Anche questo edificio rotondo con pianta centrale e a forma ottagonale fu iniziato dal Brunelleschi nel 1433 su commissione di Filippo Scolari, un valente soldato fiorentino arruolato tra le truppe dell'imperatore. La chiesa doveva essere dedicata alla vergine Maria e ai dodici apostoli ed è inclusa all'interno della struttura architettonica del monastero di Santa Maria degli Angeli. Si trova nel centro di Firenze, vicino Via Guelfa.

Santa Felicita - Piazza Santa Felicita. Aperto dalle 9.30am alle 12.30pm & dalle 3pm alle 6pm Lun-SaB.

Costruita su un antico cimitero cristiano d'epoca romana, da molti Santa Felicita è considerata come la chiesa più vecchia di Firenze. Si trova nella zona d'Oltrarno, subito dopo Ponte Vecchio. Dopo la sua costruzione, la struttura architettonica della chiesa fu modificata nell'11°, 14° e 18° secolo. I visitatori più attenti si accorgeranno che il famoso corridoio del Vasari che collega Palazzo Pitti e Ponte Vecchio, passa proprio da qui. La chiesa è nota anche per la presenza di due opere del Pontormo, poste nella Cappella Capponi, uno degli artisti manieristi del rinascimento, L'Annunciazione e La Deposizione.

 
horizontal line
 
Webcam Firenze

Firenze Webcam

» La Cupola del Brunelleschi

I Nostri Partner
Fisheyes Tv
 
 
Guardate il video dell'hotel prima di prenotare...
cliccate qui »
 
Italy Hotels Direct
 
 
Prenotazioni senza intermediari - tariffe miglioiri garantite!
cliccate qui »
 
annunci Google
Il Tempo a Firenze
Click for Firenze, Italia Forecast
 
 

 

Florence Explorer - Guida Online di Firenze
home page | cosa fare | contatti | cerca nel sito
www.florencexplorer.it © Fisheyes TV, 53 Moss Street, Paisley, Scozia PA1 1DR
IATA No. 96028380 | VAT No. 761994094 | Privacy
Florence Explorer fa parte del Gruppo Fisheyes, Siti web per viaggi e turismo in tutta Italia